Torretta

La Torretta

brandale

Torre del Brandale illuminata di rosa per il Giro d'Italia 20144
Priamar

La fortezza del Priamar

cigni
Particolare Palazzo
teatro

Teatro Chiabrera

piazza marconi

Piazza Marconi

palazzo

Palazzo Liberty

santuario

Santuario della Nostra Misericordia

processione

Processione del Venerdì Santo

 

Accenni alla storia di Savona

 

 

 

 


IL PASSATO
La storia di Savona ebbe inizio con l'età del bronzo sul colle del Priamar e proseguì in età medievale con i suoi mercanti attivi in tutto il bacino del Mediterraneo.

I pontefici savonesi Sisto IV (1414 - 1484, promotore della Cappella Sistina) e Giulio II (1443-1513, detto il Papa Guerriero) la portarono al suo massimo splendore rendendola polo d'attrazione culturale.

La fortezza del Priamar (1542) alla cui base sono stati rinvenuti resti preromani e bizantini, è testimone della disfatta di Savona e della rottura del connubio tra arte ed economia per mano della rivale Repubblica Marinara di Genova.

Solo intorno al 1700 si ebbe la rifioritura dell'attività marinara, del commercio e delle arti, consolidata nel 1800 con l'arrivo della ferrovia che favorì la nascita della struttura industriale in vita fino agli anni '80 del secolo scorso.

Il coraggio dei savonesi nella lotta partigiana nell'ultimo conflitto mondiale fece insignire la città della medaglia d'oro al valore militare.

 

 

 

IL PRESENTE
Attualmente Savona è la principale porta d'accesso ai siti turistici della Riviera delle Palme.

Al centro storico della città che custodisce ancora tortuosi carruggi medioevali, suggestive piazzette, palazzi nobiliari e raffinati edifici in stile Liberty si affianca la parte nuova di Savona che offre, nel "quartiere di vetro", bar, pub e luoghi di ritrovo per giovani ed ospiti della riviera che all'aperitivo al profumo di salsedine possono unire menù tradizionali o innovativi.
Nella vecchia darsena si svolgono nei mesi estivi tante manifestazioni musicali e teatrali , ma l'apice viene raggiunto nella notte del 31 dicembre con la Grande Festa di Capodanno.

 

 

 

TESTIMONIANZE DELLA NOSTRA STORIA:



LA TORRETTA (1392) Simbolo della città è la Torre Leon Pancaldo, si alza di fronte al porto ed è l'ultima superstite delle mura trecentesche, conserva in una nicchia la statua della Madonna della Misericordia, patrona della città, opera di Filippo Parodi (1662).

 


LA CATTEDRALE (1589 - 1605) comprendente il Duomo, il Chiostro, la Cappella Sistina e gli appartamenti di Pio VII. Tra le opere conserva al suo interno il pregevole coro ligneo rinascimentale.

 


LA CAPPELLA SISTINA omonima della cappella di Roma affrescata da Michelangelo fu commissionata nel 1481 da papa Sisto IV come mausoleo funebre dei genitori.

 


LA FORTEZZA DEL PRIAMAR costruita nel 1542 dalla Repubblica di Genova a suggello della vittoria riportata sul libero comune di Savona é una gigantesca ed  articolata struttura militare divenuta bagno penale nell'epoca risorgimentale.
Giuseppe Mazzini, detenuto, ideò La Giovane Italia. La sua cella è tutt'ora visitabile.
Oggi la sua imponente bellezza è lo sfondo perfetto di matrimoni, convegni, mostre d'arte e nei mesi estivi palcoscenico all'aperto di concerti, rappresentazioni teatrali, opere liriche e cinema.

Nelle sue sale hanno inoltre sede il Museo Archeologico e la Collezione d'Arte Sandro Pertini.



PINACOTECA CIVICA con sede all'interno del Palazzo Gavotti, custodisce raccolte d'arte, dipinti, sculture, ceramiche, disegni e stampe dal 1300 fino al 1900 tra le più importanti della Liguria. Ospita il museo della ceramica.

 


IL TEATRO CHIABRERA inaugurato il 1 ottobre 1853 è definito il più bel teatro storico in funzione della Liguria. Vi debuttò Renata Scotto la vigilia di Natale del 1952 come Violetta nella Traviata di Giuseppe Verdi.

 


VIA PALEOCAPA E CORSO ITALIA accolgono palazzi in stile Liberty. Tra i più pregevoli Palazzo delle Piane in C.so Italia e Palazzo dei Pavoni in Via Paleocapa. Via Paleocapa e corso Italia sono le vie principali del passeggio e dello shopping.


 

 

VIA PIA è la via principale del percorso medievale i cui palazzi sono abbelliti da tipici portali in ardesia.

 

 

PIAZZA MAMELI da 80 anni alle ore 18 di ogni giorno la piazza si blocca mentre la Campana del Monumento dei Caduti suona 21 rintocchi come le lettere dell'alfabeto, per ricordare i caduti delle due Guerre Mondiali. Un' esperienza commovente e toccante, anche per noi che a Savona viviamo da sempre.



IL SANTUARIO di Nostra Signora della Misericordia venne edificato per celebrare l'apparizione della Vergine al Beato Botta, che avvenne il 18 marzo 1536.

 


PROCESSIONE DEL VENERDI' SANTO è il più importante evento religioso della città risalente alla tradizione dei flagellanti del 1200.
Ogni due anni (anni pari), i membri delle confraternite dei tanti oratori cittadini sfilano per le vie portando le preziose casse processionali con le rappresentazioni della Passione. Molte di esse sono indiscusse opere d'arte del '700, visibili negli oratori della città.